Tre anni fa ci lasciò uno dei più grandi talenti del calcio mai visti a Perugia: il ricordo dell'indimenticato Gianluca Moretti

 di Antonello Menconi  articolo letto 8785 volte
Tre anni fa ci lasciò uno dei più grandi talenti del calcio mai visti a Perugia: il ricordo dell'indimenticato Gianluca Moretti

Tre anni fa ci lasciò all'età di 45 anni Gianluca Moretti, considerato uno dei più promettenti calciatori cresciuti nel vivaio del Perugia e senza dubbio tra i più grandi talenti mai sbocciati del calcio italiano. Appena sedicenne era ritenuto un predestinato, tanta era la sua bravura come calciatore, facendo così parlare allora anche in Europa del settore giovanile del Perugia. Era il 18 novembre del 2013, quando un male incurabile se lo è portato via in silenzio nella sua Tavernelle, salutando così un ragazzo generoso, impagabile ed amatissimo da tutti. Ebbe un’annata veramente straordinaria nella stagione 1984/85, quando fece parlare di sé in quanto era la stella della nazionale azzurra Under 16, in una squadra guidata in panchina da Niccolai e Lupi nella quale giocavano giocatori come Garzja, Ganz, Gelsi, Mazzuccato e tanti altri di nome. Il 19 novembre del 1984, al Torneo di Montecarlo, Moretti fu il migliore in campo nella gara vinta dall’Italia per 2-1 contro la Spagna, quando il gol-vittoria venne realizzato da Ganz proprio su assist di Moretti. Le cronache dell’epoca ricordano che due giorni prima aveva entusiasmato con alcune su giocate nella gara persa dall’Italia per 2-0 contro la Francia in cui giocavano Deschamps e Dessailly. In quel torneo venne proclamato tra i migliori giocatori in assoluto. Scelse di rimanere al Perugia, per amore della maglia e della sua terra. Una serie di problemi fisici gli tarparono le ali, anche se l’anno dopo di lui si ricorda ancora un’eccezionale prestazione ad Hochdorf, nell’amichevole vinta dall’Italia per 4-0 contro la Svizzera. Suo l’assist per il gol di Casiraghi. Con il crescere, non confermò, per una serie di motivi che oggi non è il caso di ricordare, le grandi aspettative, concludendo la carriera con il Tavernelle, squadra dalla quale il Perugia lo aveva prelevato giovanissimo. Nelle file del Perugia milita oggi il nipote Gabriele Sargentini, appena undicenne, figlio di Tiziana, sorella di Gianluca.