Rivive ancora il ricordo indelebile di Gianluca Moretti! Commuove la scelta di Alessia di dedicare la laurea allo zio

31.01.2018 23:51 di Antonello Menconi  articolo letto 5372 volte
Rivive ancora il ricordo indelebile di Gianluca Moretti! Commuove la scelta di Alessia di dedicare la laurea allo zio

Sono stati momenti di grande commozione questa mattina a Perugia in memoria di Gianluca Moretti, uno dei più promettenti calciatori cresciuti nel vivaio del Perugia, il cui ricordo continua a vivere non solo tra chi lo ha conosciuto. Una grande emozione c'è stata con la laurea di Alessia Sargentini, la figlia più piccola di Tiziana, la sorella maggiore di Gianluca, che ha voluto dedicare questo bellissimo momento allo zio, al quale quale era legatissima. Alessia si è laureata in Mediazione Linguistica per Interpreti e Traduttori discutendo una tesi incentrata sulla traduzione di un libro di Jim Morrison. Alessia ha scritto nella laurea quella frase che Gianluca scrisse poco prima di morire con la mano tremolante: “La gioia è amore la conseguenza logica è un cuore ardente d'amore. La gioia è una necessità e una forza fisica. La nostra lampada arderà nei sacrifici fatti con amore se siamo pieni di gioia”. Questa stessa frase era stata voluta nel proprio diploma di laurea anche dalla sorella Alice, che si era laureata lo scorso mese di aprile. La volontà di Alessia è stata una scelta che ha fatto scendere le lacrime a molti dei presenti, commossi per come si sia rinsaldato ancora una volta il legame verso la memoria di un amico amato da tutti in vita e ricordato oggi con grande affetto. Gianluca Moretti ci lasciò il 18 novembre del 2013 all'età di 45 anni, a causa di un male incurabile che se lo portò via in silenzio nella sua Tavernelle, salutando così un ragazzo generoso, impagabile ed amatissimo da tutti. L'Europa parlò di lui nella stagione 1984/85, quando era la stella della nazionale azzurra Under 16, in una squadra guidata in panchina da Niccolai e Lupi nella quale giocavano giocatori come Garzja, Ganz, Gelsi, Mazzuccato ed altri. Il 19 novembre del 1984, al Torneo di Montecarlo, Moretti fu il migliore in campo nella gara vinta dall’Italia per 2-1 contro la Spagna, quando il gol-vittoria venne realizzato da Ganz proprio su assist di Moretti. Oggi il nipote Gabriele Sargentini, non ancora tredicenne, fratello di Alice ed Alessia, milita nelle giovanili del Perugia.