"La mia squadra deve vincere il campionato!" Minacce in campo sia all'arbitro e all'assistente!

 di Redazione Perugia24.net  articolo letto 1384 volte
"La mia squadra deve vincere il campionato!" Minacce in campo sia all'arbitro e all'assistente!

Sui campi di calcio continuano a verificarsi episodi che niente hanno a che fare con lo sport. Il Giudice Sportivo Territoriale Marco Brusco ha squalificato per ben cinque mesi il patron del Villabiagio (la squadra che rappresenta i paesi di Villanova e San Biagio della Valle), Piero Vicaroni. Leggete cosa ha fatto in occasione dell'ultima gara in trasferta con il Bastia, capolista dell'Eccellenza guidata da Luca Grilli, ex tecnico dello stesso Villabiagio. “Allontanato dal terreno di giuoco durante l'intervallo - recita la sentenza del giudice - in quanto rivolgeva frasi ingiuriose nei confronti dell'arbitro e di un suo assistente minacciando inoltre che l'avrebbero pagata cara in quanto la sua squadra deve vincere il campionato. Al termine dell'incontro in citato dirigente entrava indebitamente nel recinto spogliatoi e nuovamente rivolgeva frasi ingiuriose e lesive nei confronti dell'arbitro e di un suo assistente. Successivamente entrava di forza nello spogliatoi o della terna arbitrale spingendo il direttore di gara con il petto (senza usare violenza) e, nonostante, l'invito a fermarsi si inoltrava all'interno e reiterava l'atteggiamento sopra descritto”. E' stato squalificato sino al 30 aprile 2017. Ovviamente lo stesso Vicaroni potrà fornire in qualsiasi momento la propria versione dei fatti.