Il 2 aprile c'è il "Città di Gubbio" come vetrina per il futsal giovanile

28.03.2018 08:30 di Redazione Perugia24.net  articolo letto 166 volte
Il 2 aprile c'è il "Città di Gubbio" come vetrina per il futsal giovanile

l meglio del futsal giovanile si è dato appuntamento a Gubbio per un lunedì di Pasquetta per veri intenditori. Il Settore Giovanile di Fontanelle ha organizzato per il prossimo 2 aprile la prima edizione del torneo “Città di Gubbio”, riservato alla categoria Giovanissimi. Un tabellone tennistico composto da 8 squadre provenienti da tutta Italia, due strutture pronte ad ospitare le gare (la Palestra Polivalente e la Palestra di San Marco), una carovana di oltre 150 persone tra giocatori, staff e relative famiglie. Insomma, per la città sarà un altro pienone all’insegna dello sport, ma il vero protagonista sarà lo spettacolo con alcune delle probabili protagoniste della final eight scudetto, in calendario alla fine di maggio. Ci saranno ad esempio i campioni d’Italia in carica della Lazio, presenti sia con la formazione èlite che con una selezione sperimentale, oltre naturalmente ai padroni di casa del Fontanelle Branca, campioni regionali 2017 e avviati ormai verso il secondo titolo umbro consecutivo (mentre gli Allievi hanno già vinto il loro campionato a febbraio e conquistato il pass per lo spareggio interregionale che vale la qualificazione alla final eight). Alla rassegna prenderanno parte anche Acqua e Sapone (Città Sant’Angelo), Bagnolo (Reggio Emilia), Città di Norcia, CUS Ancona e Five to Five (Pisa). Si gioca tutto d’un fiato: quarti di finale al mattino, semifinali prima di pranzo, finali per i piazzamenti e finalissima nel pomeriggio. La manifestazione ha ricevuto il patrocinio della Divisione Nazionale Calcio a 5, con il vice presidente vicario Andrea Farabini che ha espresso parole di forte elogio per l’iniziativa: “Il futsal del domani passa anche per eventi come questi e credo che a Gubbio abbiano davvero voluto mandare un messaggio forte. Il movimento giovanile sta crescendo rapidamente in tutta Italia, questo grazie anche alla sempre maggiore sinergia tra realtà del calcio a 5 e società di calcio a 11, che cominciano a comprendere quanti benefici può portare la pratica del futsal per la crescita e lo sviluppo tecnico di ogni singolo calciatore, soprattutto in giovane età. Come federazione ci siamo attivati con il progetto Futsal in Soccer e molti club di primo piano, vedi Milan e Bologna, hanno accolto l’invito cominciando a guardare al nostro mondo con occhi differenti. Se il calcio a 5 vuol continuare a crescere, questa è la strada da seguire”. Un plauso è arrivato anche dal delegato regionale Simone Ortenzi: “Credo che il pubblico che seguirà le gare potrà divertirsi e capacitarsi dell’ottimo livello che verrà offerto. In Umbria il futsal è un po’ più indietro rispetto ad altre realtà nazionali, ma stiamo recuperando il gap grazie anche a iniziative come Futsal Lab che stanno favorendo l’interazione con le scuole calcio. Fontanelle è stata una delle prime a credere in questa “fusione” e i risultati sono sotto gli occhi di tutti”. Anche il Comune di Gubbio ha rivolto un caloroso ringraziamento al comitato organizzatore per aver pensato a un’iniziativa tanto importante, quanto accattivante: “Gubbio conferma la sua vocazione di “Città dello Sport” – hanno affermato il Sindaco Filippo Mario Stirati e l’Assessore con delega allo Sport Gabriele Damiani – e questo torneo svolge anche una funzione sociale, essendo riservato a ragazzi giovani che sognano di fare strada nel mondo del calcio a 5, incarnando valori positivi, di rispetto e di sana competizione”. L’organizzazione fa capo al Settore Giovanile di Fontanelle, guidata in prima linea dal responsabile tecnico Giorgio Buttò e dai suoi più stretti collaboratori Giorgio Bellucci, Leonardo Argentina, Marco Bedini e Massimiliano Lazzoni. Fondamentale è stato però l’apporto di Federico Mariotti, tecnico eugubino tra i più conosciuti nel panorama nazionale, attuale allenatore del Fano in Serie B nonché selezionatore dalla Rappresentativa Giovanissimi dell’Umbria, che proprio sui campi della regione (inclusa la Polivalente di Gubbio) farà gli onori di casa nel Torneo delle Regioni in programma a fine aprile. “Questi appuntamenti rappresentano occasioni di crescita per tutti. A Gubbio c’è un movimento che è andato crescendo a vista d’occhio, grazie anche soprattutto al lavoro fatto a Fontanelle. C’è una buona base sulla quale poter lavorare e ci sono margini per fare ancora meglio. Entrando più nel dettaglio, il torneo metterà di fronte scuole calcistiche differenti ma tutte di grande livello: in pratica sono riunite 8 potenziali finaliste che a fine maggio potrebbero ritrovarsi a giocare per lo scudetto di categoria, e dunque sarà un bel banco di prova per tutte le formazioni impegnate”. La manifestazione è corredata da una brochure gratuita, distribuita nei locali pubblici di Gubbio e il giorno della gara, che include i saluti istituzionali, tutte le schede delle 8 squadre partecipanti, il calendario e una serie di numeri e curiosità. Questo il programma delle gare del mattino, con le sfide dei quarti di finale che tengono conto anche degli spostamenti di ogni singola formazione (le due selezioni della Lazio arriveranno a Gubbio nella serata di domenica 1° aprile): alla Polivalente si affronteranno Città di Norcia-CUS Ancona (ore 10) e Acqua e Sapone-Bagnolo (10.50), a San Marco Lazio Èlite-Fontanelle Branca (ore 10) e Lazio Sperimentale-Five to Five (10.50). A seguire (ore 11.40) nelle rispettive palestre si affronteranno le formazioni sconfitte per definire la formazione che accederà alla finale per il 5° posto, quindi alle 12.30 andranno in scena le due semifinali tra le vincenti delle prime sfide del mattino. Dopo la pausa pranzo (che vedrà la partecipazione dai volontari del Circolo ANSPI Fontanelle-San Secondo in cucina e al servizio tavoli) nel pomeriggio la palestra di San Marco ospiterà le finali per il 7° posto (ore 14.45) e per il 3° posto (ore 16.15), mentre alla Polivalente andrà in scena la finale per il 5° posto (ore 15.45) e la finalissima alle 17,15, seguita dalla cerimonia di premiazione e chiusura del torneo.