La Sir Safety Conad Perugia fa impazzire! Mai visto al mondo un giocatore come Leon!

09.03.2019 22:35 di Redazione Perugia24.net   Vedi letture
La Sir Safety Conad Perugia fa impazzire! Mai visto al mondo un giocatore come Leon!

Prosegue la striscia vincente della Sir Safety Conad Perugia che sconfigge 3-0 la Kioene Padova nell’anticipo dell’undicesima di ritorno di Superlega, centra il quindicesimo successo consecutivo tra campionato e coppe e trova soprattutto tre punti d’oro che la mantengono salda in vetta alla classifica. Con una vittoria piena domenica prossima in casa contro Sora, i Block Devils centrerebbero la matematica certezza del primato.

È festa grande al PalaBarton per i Sirmaniaci e per il pubblico perugino dopo il tocco vincente di Podrascanin che chiude la contesa. Festa meritata e maturata al termine di una partita ben giocata e soprattutto ben interpretata dai bianconeri del Lorenzo Bernardi scesi in campo molto attenti, concentrati e determinati ben sapendo di avere di fronte una formazione di valore come Padova, ben organizzata e molto forte a muro.

Due set, i primi, di marca Sir con Atanasijevic e Leon a menare le danze e con De Cecco a distribuire con la consueta qualità ed imprevedibilità. Poi nel terzo parziale la reazione patavina che alza il muro e l’efficienza offensiva. Gli ospiti arrivano fino al 13-18 ma non hanno ancora fatto i conti con l’arma micidiale di Perugia: la battuta. Comincia Atanasijevic (un ace), poi nel turno successivo Leon spara tre fiammate sopra i 130 Km/h e completa la rimonta con il palazzetto che diventa una bolgia.

È proprio Wilfredo Leon l’Mvp del match! 21 i punti dell’asso cubano di passaporto polacco con 6 ace, 14 attacchi vincenti ed un muro punto, determinante nell’economia della partita. Accanto al numero 9, fuoco e fiamme anche per l’altro fromboliere di casa Atanasijevic che chiude con 15 punti ed un clamoroso 62% in attacco. Podrascanin e Ricci (2 muri per il centrale romagnolo) portano il loro usuale mattoncino alla causa, Lanza chiude con alte percentuali offensive (64%), De Cecco incanta la platea e Colaci si conferma uomo ovunque in seconda linea.

Sorride a fine gara Lorenzo Bernardi che vede l’obiettivo primo posto un po’ più vicino, ma che soprattutto vede una squadra cinica e compatta in grado di esaltare le grandi individualità in campo.

Doppio impegno nella prossima settimana per i Block Devils e doppio match di grande importanza. Giovedì trasferta di Champions in terra francese a Chaumont per l’andata dei quarti di finale con in ballo una bella fetta di qualificazione alla semifinale. Poi domenica tutti al PalaBarton contro Sora a caccia della matematica per chiudere da primi la regular season. Il lungo rush finale di stagione è appena cominciato!   

Formazione tipo per Bernardi al via. Avvio equilibrato con Lanza che mette a terra la pipe del 3-3. Non si schioda la parità con Leon a segno da posto cinque (6-6). Prosegue il punto a punto dopo un’altra pipe di Lanza (9-9). Primo vantaggio di casa con l’ace di Leon (10-9). +2 Perugia dopo l’errore di Torres (13-11). Nuova parità dopo un fallo di formazione, per la verità piuttosto dubbio, fischiato ai Block Devils (13-13). I padroni di casa non si scompongono e riprendono subito a macinare gioco con Atanasijevic che mette a terra il pallone del 16-13. Perugia mantiene le tre lunghezze di vantaggio con Podrascanin a segno in primo tempo (21-18). Contrattacco vincente di Atanasijevic, poi smash di Lanza (23-18). Errore di Torres dai nove metri, è set point (24-19). Chiude subito Lanza con un super ace (25-19).

È la battuta l’arma in più dei Block Devils in avvio di secondo parziale. Il doppio ace di Leon vale il 4-2, quello di De Cecco l’8-4 Perugia. Ricci chiude il primo tempo e porta a +5 i suoi (12-7). Padova non molla e, con Travica al servizio, rientra (12-10). È Lanza a suonare la carica per i padroni di casa (16-12). Fuori l’attacco di Louati (19-14). Ancora a segno Atanasijevic ed ancora in contrattacco, poi muri vincenti per Ricci e Leon (23-15). Ace di Travica (23-17). Il primo tempo di Ricci porta Perugia al set point (24-17). Chiude un altro attacco del centrale romagnolo (25-18).

C’è equilibrio nella fase iniziale della terza frazione. Due muri consecutivi firmano l’allungo della Kioene (6-8). Leon pareggia a quota 9. È sempre il muro il fondamentale di punta di Padova. Quelli di Louati e Polo valgono il nuovo +3 ospite (11-14). Sempre Polo protagonista a muro (13-18). Contrattacco di Atanasijevic (16-19), poi di Leon (18-20). Ace di Atanasijevic (19-20). Ace di Leon, Perugia trova la parità (21-21). Altro missile in battuta del cubano (22-21). Terzo bolide per Leon dai nove metri (23-21). La pipe del numero nove bianconero porta Perugia al match point (24-22). Chiude Podrascanin, Il PalaBarton esplode (25-22).

Marco Volpato (Kioene Padova) “Una bella partita direi. Nel terzo set siamo riusciti ad entrare nel match, poi nel finale è salito in cattedra Leon, hanno recuperato il vantaggio che avevamo accumulato all’inizio del parziale e questo ci ha tagliato le gambe. Magari se fossimo andati al quarto le cose sarebbero potute andare diversamente, ma brava Perugia e bravo Leon”.

SIR SAFETY CONAD PERUGIA - KIOENE PADOVA 3-0

Parziali: 25-19, 25-18, 25-22

SIR SAFETY CONAD PERUGIA: De Cecco 2, Atanasijevic 15, Podrascanin 4, Ricci 6, Leon 21, Lanza 8, Colaci (libero), Seif, Hoag, Piccinelli, Della Lunga. N.e.: Galassi, Hoogendoorn. All. Bernardi, vice all Fontana.

KIOENE PADOVA: Travica 2, Torres 11, Polo 9, Volpato 6, Louati 8, Cirovic 3, Danani (libero), Barnes 3, Cottarelli. N.e.: Bassanello (libero), Sperandio, Premovic, Lazzaretto. All. Baldovin, vice all. Cuttini.

Arbitri: Bruno Frapiccini - Giuseppe Curto

LE CIFRE – PERUGIA: 16 b.s., 9 ace, 56% ric. pos., 18% ric. prf., 60% att., 5 muri. PADOVA: 10 b.s., 2 ace, 42% ric. pos., 18% ric. prf., 45% att., 10 muri.