"Due milioni di euro il PalaBarton? Il Comune di Perugia ha confermato di aver speso solo 199mila euro" Dove sta la verità dei numeri?

12.02.2019 09:46 di Redazione Perugia24.net   Vedi letture
"Due milioni di euro il PalaBarton? Il Comune di Perugia ha confermato di aver speso solo 199mila euro" Dove sta la verità dei numeri?

Nella seduta dell’Assemblea legislativa dell’Umbria, l’Aula di Palazzo Cesaroni ha discusso l’interrogazione a risposta immediata dei consiglieri del Partito democratico Carla Casciari e Giacomo Leonelli circa “gli adempimenti, temporali e documentali, che il Comune di Perugia dovrebbe rispettare per ottenere il cofinanziamento della Regione Umbria per gli interventi di ampliamento del PalaBarton, per i quali la Regione ha stanziato 500mila euro del proprio bilancio di assestamento”. 

Nell’illustrare l’atto in Aula, Casciari ha ricordato che “dal 2010 il Pala Evangelisti di Perugia, ora PalaBarton, ospita le partite casalinghe della Sir Safety Perugia Volley, squadra che si è aggiudicata l'ultimo scudetto 2017-2018 e, proprio ieri, la Coppa Italia 2019. Il numero sempre crescente di persone che richiedono di assistere alle partite della Sir Safety Perugia Volley ha indotto la società, a più riprese, a richiedere un ampliamento della capienza del Pala Barton da realizzarsi con interventi strutturali di ‘chiusura’ degli spicchi delle gradinate superiori dell'impianto. Per questo intervento la società ha consegnato nel 2018 un progetto definitivo al Comune di Perugia per un ammontare complessivo di oltre un 1 milione di euro. Questa Assemblea, sensibile alle aspettative della società Sir Safety e consapevole del valore che la squadra rappresenta per la città e per l'intera comunità regionale, con la legge regionale ‘6/2018’ ha votato un contributo straordinario da erogare in favore del Comune di Perugia di 500mila euro (150mila euro per il 2018 e 350mila euro per il 2019), a titolo di cofinanziamento delle spese di investimento per i lavori di adeguamento e ristrutturazione del palazzetto. Nell'ultimo biennio sono stati già realizzati interventi di miglioramento del Pala Barton, anche grazie al sostegno finanziario della Regione Umbria, con un contributo a fondo perduto di 300mila euro, pari alla metà del costo previsto dal Comune per l’installazione della tribuna retrattile. La riqualificazione delle gradinate, la realizzazione della sala stampa, il nuovo tabellone elettronico, la riqualificazione degli spazi collettivi, della zona hospitality, degli spogliatoti e servizi igienici. Ma in questi giorni si registrano sulla stampa locale e nazionale dichiarazioni allarmanti da parte della società Sir Safety Perugia Volley che lamenta l'immobilismo dell'Amministrazione comunale in merito all'avvio dei lavori di ampliamento del PalaBarton. Ritardi che rischiano di inficiare il normale proseguo della stagione della Sir Safety fra le mura amiche del palasport cittadino, infatti, in vista delle fasi finali del campionato ci si aspetta un ulteriore richiesta di posti disponibili per assistere alle partite. Per far fronte a tali richieste, stando alle dichiarazioni della società, si sta pensando di trasferire la squadra in impianti con capacità di pubblico superiore ai 5mila posti”. 

L’assessore Fabio Paparelli ha risposto spiegando che “la Giunta ha deliberato tre anni fa un protocollo d’intesa con il Comune di Perugia per interventi di manutenzione straordinaria e per il miglioramento tecnico e funzionale, che prevedeva il rifacimento di tribuna e gradinate con nuovi posti, nuovo tabellone elettronico, sala stampa, servizi igienici, spogliatoi, spazi collettivi riqualificati, una manutenzione straordinaria esterna e nuovi spazi da destinare a depositi, come richiesto dai vigili del fuoco. L’importo complessivo, di 600mila euro, metà a carico del Comune e metà della Regione. A dicembre 2018 il Comune di Perugia ha trasmesso la determinazione dirigenziale del 7 novembre 2018, in cui vengono descritti lavori per un totale di 199 mila euro, rispetto all’importo di 600mila euro contenuto nel protocollo d’intesa sottoscritto. Dalla rendicontazione emerge che i lavori sono i seguenti: nuovo tabellone, riqualificazione spazi collettivi, lavori di messa in sicurezza, riqualificazione arredo, sala stampa. Sulla determina inviata, ancorché non accompagnata di documentazione a supporto che ancora non abbiamo, è stato liquidato il primo acconto. 

Il crono-programma prevede che il Comune di Perugia, entro il 29 marzo 2019, debba presentare apposita deliberazione di approvazione del progetto esecutivo e del finanziamento dello stesso, prevedendo quindi le risorse necessarie. Allo stato attuale, la documentazione prodotta del Comune di Perugia non consente l’utilizzo delle risorse regionali: la quota di cofinanziamento a carico del Comune per 1 milione 445mila euro  viene rinviato al bilancio 2019–2021 e allo stato attuale non risulta ancora approvata dallo stesso Comune. La mancata approvazione farebbe venire meno l’impegno della Regione rispetto alle risorse rese disponibili, mentre sono stati spesi esclusivamente 199 mila euro”.
   
Nella replica conclusiva, Leonelli ha detto che tutto ciò “pone fine all’immagine del  sindaco di Perugia nocchiero indefesso che guida la nave della città in mezzo agli squali del Pd, visto che la Regione ha messo 500mila euro e la possibilità di fare gli interventi appare molto a rischio. Quindi basta con la retorica, il Comune rischia di non fare gli interventi e la Giunta svolga in modo ancora più deciso la sua funzione. La pallavolo, sport dove la Regione giustamente investe in maniera eccezionale, in quanto eccellenza perugina di livello mondiale, è uno sport dove il fattore campo è fondamentale e così la presenza del pubblico. Il Comune sia messo di fronte alle sue responsabilità”. Casciari ha poi sottolineato che “non solo il pubblico di Perugia segue la squadra, ma sono molte le presenze da altre città per assistere a uno spettacolo di livello così elevato. Il Sindaco, il quale ha detto che le nostre sono chiacchiere, faccia i fatti”. PG/