Così il sindaco Cristian Betti ha parlato delle dimissioni dell'assessore Alessia Ottaviani: toni pacati delle opposizioni

12.08.2019 16:58 di Redazione Perugia24.net   Vedi letture
Così il sindaco Cristian Betti ha parlato delle dimissioni dell'assessore Alessia Ottaviani: toni pacati delle opposizioni

In Consiglio Comunale il sindaco di Corciano Cristian Betti ha parlato della dimissioni dell'assessore Alessia Ottaviani, dopo che era venuta da Cinque Stelle e Lega la richiesta di dimissioni. Un dibattito che ha assunto toni soffici e lineari, proprio perchè da parte delle opposizioni non c'è stata la forza (ma non era facile) di cavalcare quello che sarebbe potuto essere politicamente un fatto da indirizzare a proprio favore. Di fronte ad una situazione del genere, ribattuta già dal sostituto del capogruppo del Pd (assente perchè in vacanza) con toni altrettanto pacati, il sindaco Betti ha potuto offrire un intervento altrettanto quieto. C'è stata la conferma che la deleghe dell'assessore alla cultura non resteranno vacanti, ma assunte momentaneamente dallo stesso sindaco, anche perchè con la fine del Festival di Corciano la mole di lavoro nei prossimi giorni verrà meno. Così, dopo aver detto di "non essere scomparso e di essere stato sostituito legittimamente dal mio vice Pierotti. Sono sempre quello che, nei cinque anni dello scorso mandato, ha proseguito con la stessa 'squadra'. In un organismo come una giunta comunale, cambiare i componenti fa parte della normalità. Basta guardare a Roma con il sindaco Raggi, o più vicino a Terni con il sindaco Leonardo Latini, con cui ho lavorato all'Auri e stimo. Non è questo un elemento negativo". Poi, le uniche parole in merito alle dimissioni sono state quelle leggendo il comunicato (evidentemente ritenuto riciclabile per tutte le situazioni) che aveva diffuso già lo scorso 25 luglio e letto senza nemmeno adeguarlo al tempo attuale. “Sono fuori Italia per ragioni familiari, anche inerenti lo stato di salute di mia suocera. Le tensioni che hanno portato alle dimissioni dell’assessore Alessia Ottaviani sono frutto di un acceso diverbio tra noi che è sicuramente andato oltre il dovuto. Di questo mi scuso. La lite, esclusivamente verbale, non ha riguardato aspetti dell’amministrazione comunale, ma ha comunque portato Alessia a dimettersi. Prendo atto dell’irrevocabilità di queste dimissioni. Nomineremo, sentito il gruppo consiliare, la giunta e i rappresentati dei partiti e delle liste di maggioranza, un nuovo assessore alla cultura entro il mese di agosto. “Per tutto il tempo in cui rimarrò all’estero il vicesindaco Lorenzo Pierotti guiderà l’amministrazione comunale in mia vece, detenendo pro tempore le deleghe rimaste vacanti”. Davvero singolare invece quanto detto da un consigliere comunale, nel ritenere che sia "stato travisato il comunicato", che pure prima di diffonderlo si presume sia stato letto e riletto da chi lo aveva scritto.