Alle 21 si gioca Verona-Perugia: chi vince continua a sognare la Serie A, chi perde saluta la stagione

18.05.2019 16:20 di Redazione Perugia24.net   Vedi letture
Alle 21 si gioca Verona-Perugia: chi vince continua a sognare la Serie A, chi perde saluta la stagione

Con i play-off si apre un nuovo campionato, lo sanno bene Verona e Perugia, che prima dell'ultima partita della regular season erano entrambe virtualmente fuori dai giochi. I gialloblu hanno strappato il pass per le finali grazie alla vittoria in rimonta sul Foggia, mentre per gli umbri, che hanno potuto beneficiare della penalizzazione del Palermo, è stato fondamentale sorpassare la Cremonese nello scontro diretto dell'ultima giornata. La gara si gioca, da regolamento, in casa della meglio classificata, ed il Verona potrà sfruttare il vantaggio del suo quinto posto anche in caso di pareggio dopo i tempi supplementari: non sono previsti rigori, ma accederà alle semifinali la squadra con il miglior piazzamento in campionato. La tensione in entrambe le piazze è palpabile, e mister Aglietti ha auspicato in conferenza stampa di vedere un Bentegodi gremito e carico. Anche il Perugia potrà contare sulla spinta del proprio pubblico, sono infatti circa mille i biglietti venduti nel settore ospiti.
COME ARRIVA IL VERONA - Dopo il momento difficile attraversato dalla squadra tra marzo e aprile, e costato la panchina a Fabio Grosso, l'arrivo di Aglietti sembra aver infine dato quella scossa di cui l'ambiente aveva bisogno per confermarsi nei play-off. Qualche defezione, tra cui quella di Pazzini nell'ultima importantissima gara di campionato, ha fatto correre un brivido tra i sostenitori gialloblu, che hanno però ritrovato un Di Carmine in giornata di grazia. A questo proposito, l'allenatore nella conferenza della vigilia ha confermato di aver recuperato il Pazzo, ma di dover considerare che, in caso di passaggio del turno, il programma delle semifinali e finali sarà intenso, e potrebbe richiedere di dosare le forze. Probabile quindi la soluzione ad una punta, anche se lo schema a due non è escluso a priori. In difesa, oltre allo squalificato Almici, potrebbe mancare Bianchetti, non ancora al top della condizione. Sono recuperati anche Dawidowicz e Munari.
COME ARRIVA IL PERUGIA - In casa Perugia i sentimenti sono differenti, ma c'è comunque gran voglia di giocarsi quell'opportunità che era stata rincorsa fino all'ultimo sul campo. Secondo il tecnico Nesta il vantaggio dei Grifoni è tutto sul piano nervoso: il Verona gioca da favorito e potrebbe accusare la pressione, mentre gli umbri scenderanno in campo a mente più sgombra. La formazione non dovrebbe riservare grosse sorprese: recuperato Rosi, gli unici indisponibili saranno Melchiorri e Bordin, mentre Mazzocchi, non al meglio a causa dell'influenza, è comunque arruolato per la trasferta in terra veneta. La consapevolezza di avere un solo risultato a disposizione potrebbe tuttavia indurre l'allenatore ad optare per un undici più offensivo.
PROBABILI FORMAZIONI:
VERONA (4-3-3): Silvestri; Faraoni, Marrone, Empereur, Vitale; Henderson, Gustafson, Zaccagni; Matos, Di Carmine, Laribi. Allenatore: Aglietti. A disposizione: Berardi,Balkovec, Bianchetti, Dawidowicz, Colombatto, Danzi, Munari, Saveljevs, Lee, Pazzini, Tupta.
PERUGIA (4-3-1-2): Gabriel; Rosi, Gyomber, El Yamiq, Mazzocchi; Kouan, Carraro, Dragomir; Verre; Vido, Sadiq. Allenatore: Nesta. A disposizione: Bizzarri, Perilli, Cremonesi, Falasco, Felicioli, Sgarbi, Bianco, Falzerano, Moscati, Ranocchia, Han.