A Luciano Gaucci si vuole quindi intitolare la tribuna dello Stadio Curi: ma deve essere d'accordo anche Santopadre

27.02.2020 15:57 di Redazione Perugia24.net   Vedi letture
Fonte: Antonello Menconi
A Luciano Gaucci si vuole quindi intitolare la tribuna dello Stadio Curi: ma deve essere d'accordo anche Santopadre

La III Commissione Consiliare Permanente Urbanistica ha trattato nel corso della seduta odierna l’Ordine del giorno presentato da un consigliere di maggioranza su “Ricordo Luciano Gaucci- intitolazione di una strada, piazza o settore dello Stadio Renato Curi”.

Nell’atto si ricorda che lo scorso 1 febbraio è scomparso Luciano Gaucci, già presidente del Perugia Calcio dal 1991 al 2005. In circa 14 anni di gestione, Gaucci ha riportato il “calcio che conta” in città, conducendo la formazione biancorossa dalla serie C alla massima serie ed ottenendo risultati di grande prestigio, come la conquista della Coppa Intertoto, la partecipazione alla Coppa Uefa ed alla semifinale di Coppa Italia.

Oltre ai meriti sportivi, Gaucci ha contribuito fattivamente a dare lustro alla città di Perugia in Italia e nel mondo, riuscendo peraltro a riaccendere l’entusiasmo dei perugini per la squadra della propria città.

In ragione di ciò, pertanto, l’istante ha proposto nel dispositivo di impegnare l’Amministrazione ad individuare al più presto una strada o una piazza nel nostro Comune (preferibilmente nell’area di Pian di Massiano), ovvero un settore dello stadio Curi che possa essere intitolata/o alla memoria di Luciano Gaucci, e comunque a porre in essere ogni attività volta a ricordare la figura dell’ex presidente.

L’istante non ha nascosto che su Gaucci sono stati espressi dai cittadini giudizi contrastanti a causa delle vicende giudiziarie e sportive che l’hanno riguardato. Resta, tuttavia, un dato di fatto, ossia il contributo concreto dato dall’ex presidente nell’accrescere l’entusiasmo della città per la propria squadra di calcio dopo tanti anni di difficoltà.

Gli uffici comunali su questa proposta hanno trasmesso una relazione per ricordare l’iter che deve essere seguito per procedere all’intitolazione di un’area cittadina ad un personaggio scomparso. Nello specifico è dovuto un parere da parte della Commissione toponomastica con successiva decisione finale a cura della giunta. Spetta infine alla Prefettura concedere il provvedimento autorizzatorio finale previo parere della deputazione di storia patria. Si rileva che, nei casi di intitolazione a persone scomparse da meno di 10 anni (come nel caso di specie) è necessaria specifica deroga da parte della Prefettura.

A margine dell’illustrazione, anche alla luce della relazione inviata dagli uffici, il consigliere istante ha deciso di emendare il suo stesso atto, evidenziando che sarebbe opportuno intitolare a Gaucci un settore dello stadio (come accaduto per Spartaco Ghini) segnatamente la Tribuna Ovest; ciò dovrebbe consentire di semplificare l’iter.

La maggioranza ha accolto con favore la proposta di intitolare a Gaucci un settore dello stadio tenuto conto degli evidenti meriti sportivi avuti dall’ex presidente del Perugia Calcio al netto delle vicende giudiziarie personali. Trattandosi di intitolare un settore dello stadio a Gaucci, gli intervenuti hanno comunque chiesto di audire in Commissione un rappresentante del Perugia Calcio o il presidente Massimiliano Santopadre stesso per conoscere l’opinione della società sportiva in merito.

Dai banchi dell’opposizione è stata espressa qualche perplessità sia nel merito che nella procedura seguita. Sotto il primo profilo, pur riconoscendo a Gaucci importanti meriti sportivi, è stato tuttavia segnalato come questo personaggio abbia profondamente diviso l’opinione pubblica dal punto di vista etico e morale, in ragione della vicende giudiziarie (anche in ambito sportivo) che l’hanno riguardato. Da qui le perplessità sulla proposta avanzata. Allo stesso modo l’opposizione ha manifestato dubbi sull’iter seguito, ritenendo preferibile che la proposta venga immediatamente trasmessa alla Commissione toponomastica, sede deputata per questi dibattiti.

In replica il consigliere istante ha preso atto delle perplessità espresse dall’opposizione sul merito della proposta, evidenziando che, tuttavia, i meriti sportivi di Gaucci devono comunque essere considerati prevalenti rispetto alle cosiddette “pecche”. D’altronde stessa situazione alcuni anni fa si è presentata in merito alla figura di Spartaco Ghini, a cui giustamente si è poi deciso di intitolare la curva nord dello stadio Curi per i meriti sportivi facendoli prevalere sulle problematiche giudiziarie.

All’esito del dibattito la Commissione ha deciso di invitare un rappresentante del Perugia Calcio per confrontarsi sulla proposta in discussione.