Oggi lo storico debutto della Bartoccini Perugia nel campionato di A1 femminile di volley

13.10.2019 11:04 di Redazione Perugia24.net   Vedi letture
Oggi lo storico debutto della Bartoccini Perugia nel campionato di A1 femminile di volley

La Bartoccini Fortinfissi Perugia debutta oggi nella serie A1 femminile alle ore 18,30. L’avversaria che si affronta in trasferta è la Reale Mutua Fenera Chieri in un Pala-Ruffini di Torino nel quale si respira da sempre la grande pallavolo. Subito in palio punti per la salvezza con le piemontesi che nella scorsa stagione furono dodicesime e vennero retrocesse (poi ripescate), e con le umbre che risultano matricole avendo vinto la categoria inferiore. Il tecnico delle settentrionali Giulio Bregoli punterà sul servizio per mettere in difficoltà le avversarie. Tra le padrone di casa spiccano i l’opposta belga Kaja Grobelna che è la bocca da fuoco più pericolosa, la giovane schiacciatrice olandese Annick Meijers. Mancheranno però la statunitense Poulter e la portoricana Enright, impegnate nel Norceca, approfittare della loro assenza è fondamentale per le magliette nere che devono cercare di partire col passo giusto e di fare punti. Le motivazioni non mancano alle perugine, così il coach Fabio Bovari alla vigilia: «Questa settimana abbiamo lavorato bene per preparare al meglio la partita, abbiamo vagliato quali potranno essere le soluzioni da adottare per la partita ed abbiamo lavorato in quella direzione». Appare già chiaro dalle prime uscite che il terminale principale sarà il martello brasiliano Rosamaria Montibeller, dotata di potenza, colpi ed esperienza, di grande supporto sarà l’esperienza della schiacciatrice Veronica Angeloni, unica ex di turno del confronto. Le prime partite sono sempre difficili, sarà perciò importante mantenere la calma ed avere concretezza per portare a casa punti. Due i precedenti tra le rivali che risalgono a due stagioni orsono in A2, entrambi vinti dalle chieresi. Arbitreranno l’incontro Giorgio Gnani (FE) e Veronica Mioara Papadol (ROM). PERUGIA: Demichelis in regia e Montibeller opposta, Mio Bertolo e Menghi centrali, Angeloni e Bidias sulla banda, Bruno libero.