"Lo sport che educa": è il libro di Antonietta Mezzetti rivolto soprattutto ai genitori

18.01.2019 09:30 di Redazione Perugia24.net   Vedi letture
"Lo sport che educa": è il libro di Antonietta Mezzetti rivolto soprattutto ai genitori

"Avendo una laurea in Scienze dell'Educazione e contemporaneamente vivere lo sport agonistico da diversi anni, ho maturato l'idea di scrivere un testo per sensibilizzare i genitori di ragazzi  che fanno sport a livello agonistico, su quanto sia importante la Pedagogia nel mondo sportivo". Sono le parole di Antonietta Mezzetti, autrice del volume dal titolo "Lo sport che educa" - 'Un buon genitore sportivo' (Morlacchi Editore). Per un ragazzo in età evolutiva praticare uno sport di alto livello può essere un’esperienza educativa e formativa, perché l’agonismo ha un valore pedagogico. L’attività diventa di valore, però, se le figure di riferimento riescono a far prevalere il divertimento durante le competizioni, a discapito di un agonismo esasperato. Sono educativi i genitori che si comportano da ultrà nei campi di gara durante le competizioni? Questi sono capaci di esercitare violenze fisiche e psicologiche nei confronti dei figli quando vedono le loro aspettative disattese. I genitori riescono a riconoscere il figlio come altro da sè e non come il prolungamento di loro stessi? La famiglia è la cellula primaria dell’educazione. Un buon genitore “sportivo” è colui che vede lo sport in funzione educativa ed è consapevole che il proprio figlio ha il diritto di non essere un campione.

Antonietta Mezzetti è laureata in Scienze dell’educazione all’Università degli Studi di Perugia. Matura l’idea di pubblicare un libro di argomento sportivo pedagogico Lo sport che educa. Un buon genitore “sportivo” in quanto si è trovata immersa in una realtà, quella dello sport agonistico a livello nazionale, perchè madre di un figlio che lo pratica dall’età di otto anni. Vive nel comune di Panicale in provincia di Perugia con il marito e suoi due figli.