La Zambelli continua a vincere e la squadra va alla grande nell'A2 femminile di volley

03.12.2018 13:15 di Redazione Perugia24.net  articolo letto 100 volte
La Zambelli continua a vincere e la squadra va alla grande nell'A2 femminile di volley

P2P GIVOVA BARONISSI – ZAMBELLI ORVIETO = 2-3

(25-20, 25-23, 15-25, 23-25, 13-15)

BARONISSI: Dascalu 24, Arciprete 18, Strobbe 12, Cecconello 11, Pistolesi 4, Dall’Igna 2, Ferrara (L), Ginanneschi 4, Hodzic 1, Ferrari. N.E. – Prestanti. All. Dino Guadalupi e Luca Nino.

ORVIETO: D’Odorico 20, Montani 17, Decortes 16, Stavnetchei 15, Ciarrocchi 8, Prandi 3, Cecchetto (L1), Quiligotti (L2). N.E. – Bussoli, Mucciola, Kantor, Venturini, Angelini. All. Matteo Solforati e Luca Martinelli.

Arbitro: Maurizio Nicolazzo (CZ) ed Antonio Gaetano (CZ).

P2P GIVOVA (b.s. 14, v. 10, muri 16, errori 10).

ZAMBELLI (b.s. 8, v. 2, muri 15, errori 25).

BARONISSI (SA) – La Zambelli Orvieto vince un confronto difficile aggiudicandosi per la terza volta nelle ultime quattro gare di campionato il successo al tie-break, dimostrando ancora una volta di avere una tenuta mentale eccellente.

Gara dai due volti nella decima giornata di serie A2 femminile che era iniziata male andando in difficoltà in ricezione contro una battuta che ha messo molta pressione e non applicando la tattica preparata durante la settimana.

Per due set è stata meritatamente avanti la P2p Givova Baronissi che ha fatto vedere tutte le sue qualità, poi le tigri gialloverdi si sono sbloccate ed hanno avuto la lucidità che serviva per giocare bene, rimontare e vincere.

Una bella prova di carattere per le orvietane che in questa stagione non erano mai state sotto due a zero e che stavolta hanno dovuto dare fondo a tutte le loro risorse per rimediare ad una partenza falsa.

Al fischio d’inizio c’è Strobbe in campo per le padrone di casa che partono meglio grazie a lei e ad una battuta pungente (10-7). A provare a reagire è D’Odorico che avvicina a meno due ma poi le distanze tornano ad aumentare (19-14). Montani scopre il fianco alle rivali ma il muro campano è attento e propizia l’uno a zero che arriva su errore in attacco delle rupestri.

All’inversione dei campi Arciprete è una furia e procura subito un bel vantaggio alle locali (12-5). Le ospiti si rimboccano le maniche e con Prandi alla battuta riescono a ricucire lo strappo (15-13). L’appuntamento con l’aggancio è rimandato a poco dopo con Decortes che trova qualche varco per fare male (19-19). Dascalu sale di livello e diventa imprendibile rincarando la dose.

Terza frazione che vede partire alla pari le avversarie (7-7). La spinta propulsiva di D’Odorico permette di operare un temendo allungo (12-18). La gestione è agevole e non ci sono sussulti sino a che Decortes da seconda linea mette già l’attacco che accorcia le distanze.

Quarto periodo che vede le antagoniste lottare a viso aperto (13-15). Arciprete sale in cattedra e le orvietane vengono sorpassate sul 19-18. Ultimi punti incandescenti con il meno due che viene annullato (22-22). Nonostante i troppi errori concessi (nove) a decidere è ancora Decortes che rimanda il verdetto.

Al tie-break la Zambelli parte forte (1-5). In seconda linea Cecchetto è sempre attenta e non concede rilassamenti (5-9). Sul finale le meridionali rientrano con l’infinita Dascalu (11-12). Le umbre tengono duro e vanno a vincere.