In Umbria contagiata da coronavirus anche una bambina di appena otto mesi

25.03.2020 15:45 di Redazione Perugia24.net   Vedi letture
In Umbria contagiata da coronavirus anche una bambina di appena otto mesi

Una neonata di otto mesi contagiata dal Coronavirus. Scrive Claudio Lattanzi su La Nazione che si tratta della figlia di una dipendente della casa di cura per anziani di Castel Giorgio dove, lo scorso fine settimana, è stata accertata la positività di un ospite di 64 anni, attualmente ricoverato all’ospedale di Terni. A dare la conferma della malattia della bambina (le cui condizioni non sono comunque preoccupanti) è Angelo Ghinassi, sindaco di Acquapendente, la cittadina laziale al confine con Castel Giorgio dove vive la famiglia della piccola. Si tratta di uno dei primissimi casi registrati in Italia di contagio di un neonato. Il caso della struttura di Castelgiorgio, al cui interno sono ospitate circa cinquanta persone, rappresenta una delle situazioni più delicate nell’Orvietano. Al momento, la persona ricoverata a Terni avrebbe a sua volta contagiato un parente mentre si attende ancora di conoscere l’esito dei tamponi a cui sono stati sottoposti anche gli altri ospiti. Dalla casa di cura di Castel Giorgio il contagio si è però diffuso nel vicino centro del viterbese. Ad Acquapepedente, infatti, dei sette casi di positività che si sono registrati finora, almeno quattro sono da mettere in relazione a quello sviluppatosi a Castel Giorgio dove la diffusione del virus continua a progredire. «In seguito ai tamponi effettuati– dice infatti il sindaco di Castel Giorgio Andrea Garbini –, sono risultati positivi cinque nostri concittadini, che hanno ricevuto da me un’ordinanza di isolamento. I familiari dei cinque soggetti contagiati sono in isolamento precauzionale. Chiedo ancora una volta a tutti di avere particolare attenzione in questo momento, pregandovi di non uscire di casa se non per motivi seri. In questa fase vi chiedo di non diffondere notizie prive di fondamento e non ufficiali. La cattiva comunicazione nuoce alla serenità della popolazione che mi impegno ad informare con costanza e puntualità».