Il Motogiro d'Italia arriva ad Assisi e sarà grande festa!

 di Redazione Perugia24.net  articolo letto 55 volte
Il Motogiro d'Italia arriva ad Assisi e sarà grande festa!

Dopo aver scorazzato in lungo e in largo per le Marche, torna oggi, giovedì, in Umbria, da dove era partita, la carovana della Rievocazione Storica del Motogiro d’Italia, la gran fondo delle moto d’epoca, organizzata dal Moto Club Terni L.Liberati - P.Pileri in collaborazione con la Federazione Motociclistica Italiana e Internazionale che in sei giorni percorrerà oltre 1500 chilometri divisi in sei frazioni. La tappa di oggi, lunga 254 chilometri, partirà alle 9 da San Benedetto del Tronto e arriverà ad Assisi in Piazza del Comune alle 16. Lungo il percorso i partecipanti toccheranno i centri di Amandola, dove è in programma il primo riordino, quindi proseguiranno per Tolentino e Pollenza, qui ci sarà una sosta per visitare il Museo della Vespa, considerato uno dei maggiori a livello mondiale. Alle 12,30 il controllo tecnico con relativo ristoro a Treia, poi via in direzione di Frasassi dove è previsto l’ultimo controllo in terra marchigiana. L’ingresso in Umbria avverrà alle 15,30 a Fossato di Vico con un ulteriore riordino generale, quindi la carovana che comprende ancora un’ottantina di motociclisti, sosterà a Gualdo Tadino in Piazza Martiri della Libertà e infine il balzo finale ad Assisi nel cuore del centro storico.

Esattamente a metà gara, la classifica generale assoluta vede in testa il medico folignate, grande esperto di queste manifestazioni, Marco Tomassini in sella alla originale Gilera 300 bicilindrica del 1962 che oltre l’assoluta conduce anche quella riservata alle vintage. Il romano Massimo D’Alessio su Morini Tre Sette Special, già vincitore di un edizione del Motogiro, guida la classifica riservata alle storiche fino 175 cc, mentre il pesarese Marino Lino su LMN è il leader della speciale classifica Motogiro. Dominio assoluto degli stranieri fra le Classiche con il polacco Krzysztof Konieczka che in sella a una Aermacchi del 1960 sembra non avere rivali, così come l’inglese Marcus King in sella a una splendida Benelli 250 quattro cilindri fra le Cafè Racer. Sono molte le moto che destano curiosità e interesse degli appassionati in occasione delle numerose soste nelle varie città che la carovana motociclistica attraversa, ma l’attenzione maggiore è sempre concentrata sulla Rudge Ulster 500 guidata dal collezionista inglese Jeremy Lode che oltre ad essere rarissima è anche la moto originale impiegata dall’attore Peter O’Toole Lawrence d’Arabia.