Cordoglio per la scomparsa di Massimo Calzoni

 di Redazione Perugia24.net  articolo letto 590 volte
Cordoglio per la scomparsa di Massimo Calzoni

L’improvvisa morte dell’imprenditore perugino Massimo Calzoni ha suscitato un profondo dolore tra gli imprenditori umbri. Massimo Calzoni, presidente della Calzoni spa, importante azienda del settore delle costruzioni, aveva dedicato gran parte della vita, non solo alla sua impresa, ma anche al mondo associativo. Calzoni, 67 anni, a partire dal 2008, è stato a lungo presidente di Ance Perugia e, successivamente, di Ance Umbria, nonché vicepresidente di Confindustria Perugia. Cordoglio è stato espresso dalla presidente della Regione, Catiuscia Marini. "Ho appreso con profonda tristezza la notizia", ha detto la presidente. "Ho avuto modo di conoscerlo ed apprezzarlo come imprenditore e come uomo - ha aggiunto, fra l'altro - sempre disponibile al confronto ed alla collaborazione, molto legato al suo lavoro per il quale si è speso con impegno e generosità". L’amministrazione comunale esprime il cordoglio della città intera. "Galantuomo, imprenditore illuminato, Calzoni ha sempre considerato l’edilizia –dalla progettazione all’elemento costruttivo- come strumento di valorizzazione di un territorio che amava tanto e per il quale si è sempre impegnato in prima persona. La competenza e la professionalità per lui sono sempre stati elementi fondamentali per la qualificazione di un settore economico importante per l’Umbria e per questo si è speso molto nell’ambito del modo associativo e formativo regionale e nazionale".

Il presidente di Confindustria Umbria Antonio Alunni ricorda in particolare le sue grandi doti professionali “che – sottolinea - gli erano unanimemente riconosciute. Massimo Calzoni ha dedicato un impegno assiduo e proficuo all’Associazione, soprattutto per le questioni legate alle infrastrutture ed al governo del territorio. Il suo contributo mancherà molto alla nostra Associazione”.

Stefano Pallotta, presidente di Ance Umbria, l’Associazione regionale dei costruttori edili, piange l’amico e il collega, suo predecessore alla guida di Ance Umbria. “Massimo è stato – ricorda Pallotta – uno straordinario imprenditore dedito al lavoro e alla vita associativa. Profondo conoscitore del settore e da sempre innamorato della sua città e della sua terra”.

L’attaccamento all’Associazione e le grandi doti umane sono evidenziate anche da Giancarlo Brugnoni, presidente di Ance Perugia che ne sottolinea le grandi competenze professionali che “lo hanno reso uno dei più importanti esponenti dell’Ance anche a livello nazionale”.

Massimo Calzoni era nato a Perugia nel 1950, sposato, due figli, laureato in ingegneria era amministratore dell’impresa di costruzioni Calzoni spa.

È stato presidente di Ance Perugia e Ance Umbria. Dal 2007 è presidente del Formedil, l’Ente nazionale per la formazione professionale costituito nel 1980 da ANCE insieme alle organizzazioni sindacali dei lavoratori del settore.

Calzoni fa parte del Consiglio di presidenza di Ance nazionale ed è stato per lungo tempo presidente della Scuola Edile di Perugia