Venerdì 1 Agosto 2014
NEWS
QUANTI SARANNO GLI ABBONATI DEL PERUGIA PER LA SERIE B?
  
  
  
  
  

Daily Network
© 2014
NEWS

"Come quando ascoltiamo le partite alla radio. Storie di sport minuto per minuto": il libro di Giovanni Scaramuzzino,

08.04.2012 18:00 di Antonello Menconi  articolo letto 1145 volte

Il fascino senza tempo delle partite alla radio rivive in un libro davvero gradevole in cui l’autore, Giovanni Scaramuzzino (nella foto), una delle voci attuali della storica trasmissione di Radio Rai “Tutto il calcio minuto per minuto”, in un’azzeccata alternanza tra storia, sentimento e ricordi, traccia un suggestivo percorso attraverso una serie di racconti dall’intensa umanità. Nell’epoca in cui a dominare sono i diritti, a cominciare dalla sfrenata corsa per acquisire quelli televisivi, non è male che qualcuno si ricordi anche dei doveri. Quando la parola sciopero associata al calcio pareva utopia, quando lo sport in genere era un piccolo mondo a portata di mano e non un universo caotico… le partite si ascoltavano sempre alla radio. La narrazione prende vita in un teatro di una città di provincia, in una serata dedicata alla premiazione di campioni e personaggi del mondo dello sport. È da qui che partono le coinvolgenti storie dei vari protagonisti capaci di intrecciarsi e interagire una insieme all’altra proprio come una serie contemporanea di partite ascoltate alla radio.

 

“Come quando ascoltiamo le partite alla radio. Storie di sport minuto per minuto” di Giovanni Scaramuzzino, edito da SEI - Società Editrice Internazionale, Euro 12 in libreria, scontato via Internet - non è solo un’opera che permette di esplorare al suo interno la radiocronaca sportiva in Italia, dalla nascita alla sua affermazione e poi al suo consolidamento. Ma c’è dell’altro, anzi c’è di più: l’esaltazione del suo effetto primario, l’emozione. E poi due aspetti spesso trascurati: anzitutto la “paura di vincere” durante la carriera agonistica, quell’ansia inconsapevole che prende al momento di calciare un rigore, lanciare una volata, scoccare un tiro libero o una stoccata decisiva. Quindi “la paura del dopo” per un atleta: quell’aspetto psicologico fondamentale che riguarda, in alcuni casi,  la scarsa preparazione mentale di uno sportivo all’abbandono dell’attività tra interrogativi, timori e apprensioni che sorprendono per la loro carica di umanità. L’opera viaggia così in parallelo tra la ricostruzione dell'evoluzione della radiocronaca sportiva in Italia dal 1928 (prima partita di calcio trasmessa alla radio) agli avvenimenti odierni attraverso l'intreccio di fatti e protagonisti di partite ascoltate direttamente alla radio a partire dagli Anni Settanta. Vi trovano perciò spazio i campioni o i comprimari di allora: dal portiere della Juventus e della Nazionale Dino Zoff al suo collega comasco Antonio Rigamonti che tirava i rigori, fino agli attaccanti: da Beppe Savoldi a Giuliano Musiello, reso celebre da una canzone di Rino Gaetano, da Massimo Palanca a Paolo Rossi e tanti altri. E poi da Italia-Francia, amichevole al “San Paolo” di Napoli del febbraio 1978, (gara in cui si manifestò per la prima volta anche da noi la classe di Michel Platini) fino all'interminabile semifinale di Rotterdam Italia-Olanda agli Europei del 2000, vissuta da una "postazione" tutta particolare, per farci capire come sia unica e indimenticabile l’esperienza di "vedere" una partita alla radio. Il calcio e lo sport in genere si fondono qui in una dimensione nuova e affascinante che fa a meno di coppe, scudetti e trofei, del culto della vittoria a ogni costo. Nell’albo d’oro di quest’opera c’è anzi posto per le “medaglie invisibili”, c’è finalmente spazio per le vicende, davvero toccanti, di chi ascolta lo sport alla radio, di chi lo pratica da protagonista, di chi lo descrive, di chi lo vede, di chi lo vive, di chi lo soffre. Una scrittura coinvolgente sempre capace di condurre il lettore sulle ali della fantasia: come il racconto di una partita alla radio ovvero come un raro balocco con cui non si smetterebbe mai di giocare.

 

“Come quando ascoltiamo le partite alla radio. Storie di sport minuto per minuto” di Giovanni Scaramuzzino, SEI, Torino (tel. 011-52.271), distribuzione Promedi (tel.051-344.375). Euro 12; scontato su Internet.


Altre notizie - News
Altre notizie
 

DALLA BERRETTI DEL PERUGIA ALLA PROMOZIONE, LA GRANDE OCCASIONE PER IL BABY ORLANDI

Dopo la trafila  nelle giovanili, sino ad arrivare a giocare con la formazione Berretti, ha lasciato il Perugia l’attaccante Jacopo Orlandi, classe 1996, che ha scelto di giocare in Promozione. Il giocatore, che nel corso della stagione fece prendere anche uno spavento...

PERUGIA-BORDEAUX 1-3: IL GRIFO ESCE SCONFITTO, MA CON UN'INIEZIONE DI FIDUCIA IN VISTA DEL CAMPIONATO

45' gara terminata. Il Perugia ha offerto una buona gara e su questo non c'è dubbio. E' apparso ancora...

IL PERUGIA INVITA I BAMBINI DELLA CITTÀ AD ISCRIVERSI ALLA PROPRIA SCUOLA CALCIO

Proseguono le iscrizioni alla Scuola calcio dell'AC Perugia. Al momento sono circa trenta i ragazzi che hanno deciso di...

LUTTO NEL GRUPPO DELLA STAMPA REGIONALE SPORTIVA DELL'USSI

Lutto nel mondo del giornalismo umbro e nel gruppo regionale dell’Ussi. Nella mattinata di ieri è scomparso dopo...
Ecco le prime pagine dei quotidiani sportivi di oggi 1 Agosto 2014.
 
Perugia 66
 
Frosinone 62
 
Lecce 61
 
Catanzaro 55
 
L'Aquila 53
 
Pisa 52
 
Benevento 51
 
Pontedera 49
 
Salernitana 46
 
Prato 43
 
Grosseto 42
 
Gubbio 40
 
Viareggio 28
 
Barletta 25
 
Ascoli 24*
 
Paganese 20
 
Nocerina 12*
Penalizzazioni
 
Ascoli -7
 
Nocerina -2

   Perugia 24 Norme sulla privacy