C'è Palermo-Venezia: a chi tocca andare avanti verso la serie A?

10.06.2018 17:11 di Redazione Perugia24.net  articolo letto 88 volte
C'è Palermo-Venezia: a chi tocca andare avanti verso la serie A?

La grande cornice del Renzo Barbera di Palermo nel caldo pomeriggio domenicale farà da apripista al secondo round delle semifinale playoff del campionato di Serie B. I padroni di casa si giocano l'accesso alla finale contro una delle sorprese del campionato, il Venezia di Filippo Inzaghi. Mercoledì si è giocata l'andata con il pareggio per 1-1 che costringe i lagunari ad una vittoria mentre i siciliani affrontano questa sfida con due risultati su tre dalla loro parte. Una partita che non può sbagliare la squadra di Roberto Stellone, subentrato a Bruno Tedino, che non ha tenuto un passo costante per tutto il campionato passando da campione d'inverno al quarto posto finale. Servirà sicuramente il miglior Palermo della stagione per approdare in finale attendendo poi l'esito della gara tra Frosinone e Cittadella. La ribalta non se la vuole perdere nemmeno il Venezia che ha costruito di giornata in giornata il suo grande bottino, una sorpresa la formazione di Inzaghi che non ha eccelso dal punto di vista dell'estetica ma è stata tremendamente efficace nei momenti chiave della stagione. Una delle partite migliori è stato sicuramente il 3-0 rifilato al Perugia nel primo turno dei playoff, un risultato secco che ha innalzato l'autostima e le convinzioni di un gruppo formato dal giusto mix di giovani ed esperti. Attesi tantissimi tifosi rosanero, aria di festa intorno al Barbera ma soltanto una ne uscirà festante.

COME ARRIVA IL PALERMO - Roberto Stellone punta sulla voglia di riscatto di Igor Coronado per raggiungere la finale playoff, l'ex Trapani ha fatto discutere all'andata per la rete fallita a tu per tu con Audero ma è pronto a riprendersi i rosanero come esterno mancino del 4-4-2. Sul versante opposto ci sarà Gabriele Rolando, l'ex Latina infatti ha pienamente recuperato e manderà in panchina Fiordilino mentre al centro è ballottaggio tra Murawski e Gnahorè per un posto al fianco di Jajalo. In avanti è certo della maglia da titolare La Gumina, l'ex Ternana infatti è uno dei grandi protagonisti della fase finale del campionato e probabilmente sarà affiancato da Nestorovski. Il bomber macedone ha tanta voglia di riprendersi il posto da titolare a scapito di Moreo. Recuperati dai rispettivi infortuni Struna e Chochev mentre Dawidowicz è stato inserito nella lista dei convocati. Al centro della difesa spazio alla coppia formata da Bellusci e Rajkovic con Rispoli e Aleesami terzini.

COME ARRIVA IL VENEZIA - Per la partita dell'anno Filippo Inzaghi non si discosta dal suo 3-5-2 e non cambia nulla per quanto riguarda il pacchetto arretrato. Davanti all'ottimo Audero ci sarà infatti il collaudato trio difensivo formato da Andelkovic, Domizzi e Modolo. Cambiamenti a centrocampo, sulla sinistra infatti torna arruolabile Garofalo che partirà titolare a scapito di Del Grosso con Bruscagin sulla fascia opposto. L'unico certo del posto in mezzo è Leo Stulac che sarà affiancato presumibilmente da Pinato ed uno tra Suciu e Falzerano con il primo che parte leggermente favorito. In avanti parte dalla panchina il bomber di gennaio Litteri, titolare infatti l'ex Brescia Geijo con al fianco Marsura.

LE PROBABILI FORMAZIONI

PALERMO (4-4-2): Pomini; Rispoli, Rajkovic, Bellusci, Aleesami; Rolando, Murawski, Jajalo, Coronado; Nestorovski, La Gumina. A disposizione: Posavec, Dawidowicz, Struna, Accardi, Ingegneri, Szyminski, Chochev, Fiordilino, Gnahorè, Balogh, Trajkovski, Moreo. Allenatore: Roberto Stellone.

VENEZIA (3-5-2): Audero; Andelkovic, Domizzi, Modolo; Bruscagin, Pinato, Stulac, Suciu, Garofalo; Marsura, Geijo. A disposizione: Russo, Vicario, Frey, Cernuto, Zampano, Del Grosso, Bentivoglio, Soligo, Fabiano, Falzerano, Zigoni, Litteri. Allenatore: Filippo Inzaghi.