Anche gli "Angeli del cuore" candidati alle elezioni comunali a Corciano

16.05.2018 11:03 di Antonello Menconi  articolo letto 154 volte
Anche gli "Angeli del cuore" candidati alle elezioni comunali a Corciano

Il consigliere comunale di Perugia, Carmine Camicia, sostiene con la lista civica “Civici riformisti – Popolari socialisti per Corciano” il sindaco uscente del Pd, Cristian Betti, in vista delle amministrative di Corciano che si terranno il prossimo 10 giugno. Cinque i candidati che fanno riferimento al gruppo Angeli del cuore, il cui coordinatore è Carmine Camicia, presidente anche dell’Associazione omonima. Non a caso all’interno del logo della lista c’è il riferimento all’associazione con la scritta “Angeli del” all’interno di un cuore. I cinque candidati sono iscritti all’associazione Angeli del cuore e rappresentano il mondo del lavoro a 360 gradi: operai, pensionati, giovani disoccupati, professionisti e ristorazione: Milena Battaghini (operaia), Sergio Palumbo (libero professionista), Vincenzo Izzo (disoccupato), Antonello Pascale (pensionato) e Yuliya Danyluyuk (ristoratrice). “Abbiamo raccolto duecentocinquanta firme a Corciano – annuncia Carmine Camicia –, integrando il programma del sindaco uscente con cinque punti importanti: la realizzazione di Corciano città cardioprotetta, l’integrazione del trasporto pubblico locale con l’inserimento di 20 taxi (al momento il servizio non è attivo), l’attivazione delle farmacie di servizio, miglioramento della viabilità in particolare la strada Corcianese e la sicurezza con l’attivazione del regolamento di videosorveglianza e la risoluzione dei problemi che affliggono il quartiere Ellera 2000”. “Si punta a far recuperare l’identità propria della città – conclude Camicia – e a portarla verso la propria autonomia da Perugia. Il tutto con l’obiettivo finale di rilanciare Corciano, che grazie al capoluogo umbro stenta a crescere. Questa esperienza politica rappresenta le prove generali verso le amministrative 2019 di Perugia, con l’auspicio di riportare un sindaco di area socialista”.