La bellissima storia di Abou, grande talento sbarcato in Italia con il barcone e ora in prova con il Perugia

10.03.2018 01:53 di Antonello Menconi  articolo letto 1903 volte
La bellissima storia di Abou, grande talento sbarcato in Italia con il barcone e ora in prova con il Perugia

C'è un giocatore che si sta allenando (e lo farà sino ad oggi) con il Perugia la cui storia è davvero tutta da raccontare. Si tratta di Aboubacar Sohumaoro Langone, 18 anni da compiere il prossimo mese di luglio, della Costa d'Avorio, in forza alla squadra lucana di serie D del Picerno. Per ora è solo in prova, ma sembra esserci la volontà di andare oltre un semplice provino. É stato abilitato a giocare solo da pochi giorni e con la squadra lucana all'esordio ha realizzato una doppietta, dimostrando una superiorità tecnica rispetto agli altri giocatori in campo. Fuggito dalla propria città di Daloa, in Costa d'Avorio, dopo aver perso il padre, Abou (così lo chiamano tutti), approdò prima nel Mali, dove è rimasto per tre anni. Da qui il trasferimento in Libia e successivamente, dopo un anno, la scelta di fare la traversata insieme a tanti altri con un barcone sino all'Italia nel 2016 proprio con il sogno di tentare l'avventura nel calcio. Giunto a Pozzallo, entrò in un centro di smistamento, per poi essere dirottato a Caserta, in un centro Accoglienza profughi. Da Caserta, fu indirizzato al centro accoglienza di Paterno, poi successivamente dismesso. Qui però venne notato per le sue doti calcistiche, tanto da essere tesserato dallo stesso Picerno, che lo impiegò nella squadra Allievi. Ma nel novembre 2016 arrivò lo stop da parte della Fifa per mancanza di documentazione. Ha sempre continuato ad allenarsi, poi l'affido giuridico alla famiglia Langone (da qui il suo secondo cognome) sino al via libera per poter giocare arrivato solo pochi giorni fa in seguito al consenso firmato dalla madre biologica e al provvedimento del Tribunale dei Minori di Potenza. Ora l'avventura con il Perugia, che era già stato informato da tempo delle qualità del ragazzo. Se sono rose fioriranno...