"Cristian è l’unico uomo, compagno, amante e casalingo che voglio accanto a me e presto con un figlio"

 di Redazione Perugia24.net  articolo letto 3299 volte
Fonte: Barbara Carere
"Cristian è l’unico uomo, compagno, amante e casalingo che voglio accanto a me e presto con un figlio"

Il calciatore del Perugia Cristian Buonaiuto e la sua bellissima Laura si sono conosciuti tre anni a San Benedetto Del Tronto, nel periodo estivo. Lei tornava nella sua cittadina per un breve periodo per trascorrere un po' di tempo con i suoi genitori, in procinto poi di ripartire per uno stage a Shangai, ma galeotto fu invece una passeggiata sul lungomare dove lui l'ha notata ed è cambiata per sempre la loro vita.

Laura è stato amore a prima vista?
"Diciamo di si, lui ha trovato il modo di contattarmi, ha iniziato a corteggiarmi, dopo un mese il primo bacio e da lì siamo subito andati a convivere".

Come ti ha conquistato?
"All’inizio l’ho messo alla prova esitando e allontanandomi, ma lui non si è mai tirato indietro, non ha mai avuto paura di esternare i suoi sentimenti sin da subito è stato coraggioso e presente.La sua naturalezza e la sua anima mi hanno rapita da subito".

C'è un difetto che non sopporti?
"Non ha gran memoria,spesso dimentica orari ed impegni, devo essere sempre pronta a ricordarglieli(ride,ndr)".

Com'è nella vita privata Cristian Buonaiuto?
"È molto solare e vivace, sempre di buon umore è un giocherellone".

Il ricordo più bello del giorno del vostro matrimonio?
"Il giorno del nostro matrimonio è il giorno più bello della mia vita...Abbiamo personalizzato il nostro matrimonio scambiandoci delle vere e proprie lettere, scritte di nostro pugno,e nel leggerle a vicenda non riuscivamo a trattenere le lacrime e la commozione. Le parole con cui lui ha descritto il nostro rapporto e il nostro amore le ricorderò per sempre".

Ora che siete sposati già da più di un anno pensate mai a metter su famiglia con dei figli?
"La vita è cambiata rapidamente dal nostro primo incontro, ho abbandonato tutto per seguirlo, subito è arrivata la convivenza e da lì a poco il matrimonio. Spesso immagino un bimbo, con i suoi occhi e il suo stesso sorriso. Desideriamo al più presto un figlio, sarebbe il coronamento del nostro amore".

Cosa vi spaventerebbe di più dell'essere genitore?
"L’essere genitore non lo può insegnare nessuno, ma sono sicura che insieme possiamo superare tutte le difficoltà e le paure che questo arduo “mestiere” comporta. Lui è molto paziente e portato con i bimbi, forse più di me".

Chi cucina in casa?
"Lui da napoletano DOC è molto più bravo di me in cucina ...ma sono io a cucinare più spesso.(non molto spesso, ride ndr)".

Qual è il suo piatto preferito?
"Il suo piatto preferito sono gli spaghetti alle vongole".

Quando vuoi prenderlo per la gola cosa gli prepari?
"La parmigiana di melanzane è uno dei miei cavalli di battaglia (ride,ndr)".

Come trascorrete il tempo libero?
"Il tempo che non passa al campo lo trascorriamo io e lui insieme ai nostri cani, Novecento e MrBlue, due bulldog francesi ai quali siamo legatissimi".

Il ricordo più bello legato alla sua carriera calcistica?
"La chiamata da parte di mister Bucchi che lo voleva con se a Perugia, una splendida notizia arrivata durante il nostro viaggio di nozze, eravamo a NewYork e ricordo ben la sua felicità in quel momento".


Il suo hobby preferito?
"In estate, durante le ferie, spesso gioca a tennis, dopo il calcio sicuramente il suo sport preferito".

Quello in comune?
"Mangiare(ride,ndr) cerchiamo ristoranti e specialità culinarie ed andiamo a provarli".

Qual è la sua dimostrazione d'amore quotidiano?
"Sicuramente esserci, lui mi è accanto ogni giorno in tutte le mie decisioni o scelte ,sia che sia d’accordo o meno. È la sua complicità che quotidianamente mi fa sentire amata".

C'è qualcosa che vorresti dire al tuo lui attraverso questa intervista?
"Vorrei dirgli che ad oggi rifarei tutto, ho lasciato molto ma con lui ho trovato tutto. Gli vorrei dire grazie".

Prima di lasciarci proviamo a dare dei voti al tuo Cristian non come calciatore ma nella vita privata?
"Certo, Barbara, cercherò di essere obbiettiva.."
Un voto come uomo?
"Dieci".
Come compagno?
"Non è perfetto, bisticciamo, in casa faccio più cose io...ma gli do 10 in tutto, perché è l’unico uomo, compagno, amante e casalingo che voglio accanto a me".
Grazie Laura per questa bella chiacchierata e per concludere il tuo saluto a tutti i nostri lettori di TMW.
"Un saluto a tutti i vostri lettori anche da parte di Cristian".