Tutti indispensabili? Costretti a casa, ma in provincia di Perugia sono intanto aperti quasi 5500 negozi

21.03.2020 11:40 di Redazione Perugia24.net   Vedi letture
Tutti indispensabili? Costretti a casa, ma in provincia di Perugia sono intanto aperti quasi 5500 negozi

Il coronavirus non ha chiuso tutti i negozi. Anzi... Sono infatti 5.487 gli esercizi commerciali e dei servizi alla persona, alle cui dipendenze lavorano 10.224 dipendenti, aperti in provincia di Perugia, in base ai decreti anti-Covid-19 del governo. 2.580 del Settore Alimentare, 456 le Farmacie, 2.451 gli esercizi per servizi alla persona, altri medicinali, articoli medicali e igiene personale. "Queste - ha sottolineato Giorgio Mencaroni, presidente della Camera di commercio di Perugia - le forze del commercio in prima linea per l'emergenza. Sono la quasi totalità delle imprese autorizzate all'apertura perché essenziali. Il 36% di tutte le imprese commerciali della provincia. Negozi alimentari, farmacie, rivendite di medicinali e supporti sanitari, esercizi commerciali per servizi alla persona hanno risposto con grande senso di responsabilità e abnegazione alle disposizioni emanate dai Dpcm, che ne ha autorizzato l'apertura, indicandole come esercizi commerciali di prima e indispensabile necessità per la vita dei cittadini".