Si può guadagnare di più giocando in Eccellenza con lo Spoleto che in serie B con il Perugia? Possibile...

 di Redazione Perugia24.net  articolo letto 1991 volte
Si può guadagnare di più giocando in Eccellenza con lo Spoleto che in serie B con il Perugia? Possibile...

Si può giocare a calcio e riuscire a guadagnare di più giocando in Eccellenza che non in serie B? Sì, è possibile. Sembra un paradosso per chi non segue direttamente il calcio dilettantistico, ma giocando in Eccellenza si può riuscire ad avere un rimborso spese maggiore rispetto ad uno stipendio nella serie cadetta. Ad esempio in Umbria – pur non essendoci cifre ufficiali e nemmeno conferme dai diretti interessati, ma è quanto emergerebbe dalla raccolta incrociata di alcune informazioni - il giocatore più pagato è stato da poco ingaggiato da Roberto Damaschi e dalla dirigenza della Voluntas Spoleto, attualmente penultima in classifica e reduce dalla sconfitta contro il Cannara. Il suo rimborso su base mensile, da qui alla fine della stagione, potrebbe essere infatti superiore a quello di alcuni giocatori attualmente nella rosa di Roberto Breda al Perugia, ovvero i giovani. La sproporzione, ed è questo il caso singolare, sembra esserci tra i dilettanti e non in B. Il caso di cui si e' parlato in questi giorni e' quello di Vito Falconieri, classe 1986, uno come si dice “di nome”, che il 24 maggio del 2009 ebbe la sua giornata di gloria, segnando il terzo gol del Catania nella vittoriosa gara in serie A contro il Napoli di Roberto Donadoni. Per lui 3 presenze in serie A, ma anche 31 presenze e 4 reti in serie B con Ascoli e Crotone, e una stagione a Gubbio, in Prima divisione, nel 2013-2014 con 21 presenze e 5 gol. Quest'anno ha militato nel Lentigione, in serie D, collezionando 11 presenze e segnando appena 2 gol nelle gare contro Trestina e Sansepolcro.