Lettera e lacrime dall'ospedale "Io sto guarendo, ma siate prudenti... perchè non potete rendervi conto"

18.03.2020 21:29 di Redazione Perugia24.net   Vedi letture
Fonte: Antonello Menconi
Lettera e lacrime dall'ospedale "Io sto guarendo, ma siate prudenti... perchè non potete rendervi conto"

Questa è la lettera che Sara Agrifoglio, avvocatessa perugina di 32 anni, ha voluto rendere pubblica per raccontare l'esperienza che sta vivendo in questi giorni in ospedale. Siamo tutti vicini a te Sara. "Non riesco a non pensare al coraggio di quegli infermieri mascherati di cui intravedevo solo gli occhi, al mio cuore impazzito che mi scoppiava nelle tempie, a quanto mi mancavano i miei genitori, al suono di quei macchinari, ai lamenti di notte, a chi improvvisamente non ce la faceva più. Penso a voi ricoverati accanto a me - dice Sara - e non potevo vedervi ma sentivo ogni colpo di tosse, ogni vostra parola, imprigionati come me tra quelle vetrate, stanchissimi, terrorizzati e completamente soli. Proprio voi ora dovete tirare fuori tutta la FORZA che avete e CE LA FARETE, uscirete presto da lì e tornerete finalmente a casa. Fuori dall'ambulanza vedrete il sole, farete una stupenda doccia calda, riavrete le persone che vi vogliono bene, un sacco di cose buone e tutto quello che ora desiderate. A me hanno detto che sto guarendo..vorrei per tutti voi la mia stessa fortuna! Sono felicissima perchè nessuno dei miei contatti - ormai tutti "usciti" dall'isolamento - è risultato positivo. Sono invece molto preoccupata per la persona che mi ha contagiata, che non conosco, ma che sento in qualche modo vicinissima nella sorte. A questa persona auguro con tutto il cuore di guarire al più presto. Cercate tutti di essere molto prudenti anche quando, per fortuna, non potete rendervi conto".