La commovente lettera di Rachele, già giocatrice della Bartoccini Perugia, dedicata alla mamma prematuramente scomparsa

03.03.2020 18:40 di Redazione Perugia24.net   Vedi letture
Fonte: Antonello Menconi
La commovente lettera di Rachele, già giocatrice della Bartoccini Perugia, dedicata alla mamma prematuramente scomparsa

Questa è la lettera che Rachele Mancinelli, ex giocatrice in A2 femminile di volley della Bartoccini Perugia ha dedicato alla mamma prematuramente scomparsa in queste ore. Lei, derutese, che ora sta frequentando il college statunitense di Jacksonville, in Florida, disputando il campionato della Njcaa Division 1. "Ciao mamma, solitamente riesco sempre ad esprimermi scrivendo, ma oggi le parole escono fuori come macigni e mi rendono la cosa molto difficile. Mamma, sono qui per inseguire il nostro sogno, ricordi ? Il sogno di cui abbiamo tanto parlato, quello per cui abbiamo fatto tanti sacrifici, tante litigate, ma che alla fine piano piano, si sta realizzando. Purtroppo il nostro sogno oggi non mi permette di essere lì per salutarti, per poter vedere tutte le persone che ti volevano bene, anche se per quello, non ho bisogno di prove concrete, perché so già, che sono tantissime, ma anche se non sono lì fisicamente, il mio cuore è lì con voi, con te. Per chi non lo sapesse, mia mamma è stata e sarà per sempre, una grande guerriera, la mia guerriera. Ha lottato sempre, ha vinto tante battaglie, e ne ha perse altrettante, ma non si è mai arresa, e mi ha insegnato a non arrendermi mai, neanche quando la vita sembra crollarti addosso. Anche nella sua ultima e più grande battaglia, mamma ne è uscita vincitrice, perché se ne è andata senza pesi sulla coscienza, senza rabbia o rancore, se ne è andata con un cuore puro, accettando il fatto che il suo posto non era più questo qui, con noi, ma in cielo con gli angeli. Purtroppo delle volte non ci rendiamo conto di quanto siamo fortunati ad avere determinate persone nella nostra vita, perché delle volte le persone le diamo per scontate, ma avere mia mamma nella nostra vita è stata una grande fortuna, per tutti noi, perché lei era una di quelle che c’era sempre per tutti, una di quella su cui potevi contare sempre. Sei stata roccia pura, un esempio di vita sempre, sei stata rigida, sei stata dolce, hai sbagliato ed hai cercato di chiedere scusa per i tuoi errori, hai perdonato chi ti ha ferito, e sei sempre andata avanti con il sorriso. Non sai quanto sono orgogliosa di essere tua figlia, di assomigliarti e di avere la tua forza, il tuo coraggio. Ti voglio ringraziare per tutto le cose che hai fatto per me, per tutti i consigli, per tutti gli incoraggiamenti, per tutte le sgridate e per tutte le lezioni di vita. Non sarai mai arrivata dove sono ora senza te o papà, mi avete sostenuta, mi avute supportata, e mi avete dato la migliore opportunità che avessi potuto chiedere e ve ne sarò per sempre grata. E ti prometto che combatterò tutte le mie battaglie come mi hai insegnato tu, a testa alta fino alla fine senza arrendersi mai. Mamma è il momento di volare via, e di vedere tutte le mia partite da una tribuna migliore, quella del cielo. Spero che sarai orgogliosa di me, spero veglierai su di me e su tutti noi come un angelo custode, come hai fatto quando eri qui con noi. Sarai sempre in me, in quella grinta e tenacia che mi contraddistingue che tu mi hai trasmesso. Mi mancherai tantissimo e niente sarà più lo stesso senza di te, senza la mia, la nostra mamma, ma io Costanza, Edoardo, papà, la nonna, tutti noi, siamo tutti forti, e sappiamo che il tuo corpo se ne è andato, ma la tua anima rimarrà sempre con noi. Ti amo mamma. La tua Rachele".