"In serie B c'è una classifica che un paio di vittorie di fila ti portano in alto o viceversa: pensiamo all'Ascoli!"

09.03.2020 10:00 di Redazione Perugia24.net   Vedi letture
"In serie B c'è una classifica che un paio di vittorie di fila ti portano in alto o viceversa: pensiamo all'Ascoli!"

Al termine della gara vinta contro la Salernitana, Hans Nicolussi Caviglia, tra i migliori in campo per il Perugia, ha commentato ai microfoni di DAZN la vittoria dei biancorossi: "Questa vittoria per noi è importantissima, la cercavamo da diverse settimane. Venivamo da un periodo molto difficile, da cinque sconfitte di fila. Oggi pur senza il supporto dei nostri tifosi abbiamo cercato di mettercela tutta e ce l'abbiamo fatta."

Come sono andati questi giorni di ritiro?
"Stando assieme una settimana ci siamo conosciuti meglio dal punto di vista personale oltre che in campo. Prima della partita ci siamo detti che dovevamo tirare fuori l'orgoglio perché non potevamo perderne un'altra. Siamo entrati in campo con l'atteggiamento giusto e l'entusiasmo giusto."

Avevate il timore che una sesta sconfitta avrebbe avuto conseguenze anche per il vostro allenatore?
Com'è il rapporto con lui? "Nonostante le sconfitte l'approccio con il mister è sempre positivo, ci trasmette l'input di crederci sempre fino alla fine e mettere sempre in campo la grinta. Nelle scorse partite ci è mancata la conclusione o altre situazioni, oggi nel primo tempo abbiamo fatto una buona gara anche dal punto di vista del gioco, e nel secondo tempo abbiamo tirato fuori quello che lui vuole."

Per te che provieni dal mondo "dorato" della Juventus, com'è calarsi nella realtà della Serie B?
"Sicuramente è utile per la mia crescita, il mio focus adesso è quello di migliorarmi. Oltre a questo, anche ottenere risultati. Abbinando le due cose cercherò di crescere sempre meglio."

Un tuo commento sul coronavirus e sui provvedimenti che sono stati adottati anche nell'ambito sportivo:
"Ovviamente è un problema che riguarda tutti, abbiamo avuto le direttive di indossare le mascherine e lo abbiamo fatto. E' un periodo di difficoltà e dobbiamo uscirne tutti insieme."

Cosa vorresti dire alla gente di Perugia che non ha potuto seguire la squadra oggi?
"Ho notato anche la scorsa partita che, nonostante il periodo difficile, ci hanno sostenuto per tutta la gara e sono convinto che lo avrebbero fatto anche oggi. Quando perdiamo sono giustamente arrabbiati con noi ma cercheremo di dare il massimo come abbiamo fatto oggi."

Con questa prestazione vuoi mandare un messaggio a Pjanic e compagni? "Gioco per la mia famiglia perché ha fatto tanti sacrifici, ogni vittoria la dedico a loro e ovviamente ai miei compagni di squadra che mi hanno insegnato tanto."

Qual è adesso l'obiettivo del Perugia? "Da qui alla fine è fondamentale pensare partita dopo partita, è una classifica che con un paio di vittorie di fila ti porta in alto o viceversa. Pensiamo alla prossima, contro l'Ascoli, perché sarà una gara molto importante".