Il dolore di Gaucci "Sono distrutto: Rogerio lascia un vuoto incolmabile e il ricordo di aver vinto tutto a Perugia"

24.08.2017 12:22 di Redazione Perugia24.net  articolo letto 1539 volte
Il dolore di Gaucci "Sono distrutto: Rogerio lascia un vuoto incolmabile e il ricordo di aver vinto tutto a Perugia"

La morte a 38 anni per un infarto di Rogerio Rocha da Silva, il campione che aveva contribuito a far vincere a Perugia lo scudetto del calcio a cinque, ha sconvolto tanti sportivi e l'intero mondo del futsal. La notizia ha scosso il futsal in tutto il mondo, tanta era la portata del campione brasiliano, per le emozioni che aveva regalato ovunque nei palasport in cui aveva giocato. In Italia fu portato da Riccardo Gaucci, che non ha nascosto il proprio dolore. “E' stato un grande Campione con la C maiuscola – ha detto a Perugia24.net lo stesso Gaucci – e questa è stata una notizia che mi ha distrutto. Mi ricordo ancora quando lo portai in Italia la prima volta: e' stato con noi alcuni anni e con lui abbiamo vinto praticamente tutto quello che potevamo vincere. Se ne è andato lasciando un vuoto incolmabile in tutto il futsal mondiale”.