Che grande spettacolo! La Sir Safety Conad Perugia batte anche Vibo Valentia al PalaEvangelisti!

07.02.2018 23:19 di Redazione Perugia24.net  articolo letto 389 volte
Che grande spettacolo! La Sir Safety Conad Perugia batte anche Vibo Valentia al PalaEvangelisti!

Fanno festa i tremila del PalaEvangelisti (è mercoledì sera ma a Pian di Massiano è sempre grande pubblico!) per la trentesima vittoria stagionale (e nona consecutiva in campionato) della Sir Safety Conad Perugia che regola in tre set la Tonno Callipo Calabria Vibo Valentia e si conferma in vetta alla Superlega con quattro lunghezze di vantaggio su Civitanova ed otto su Modena (sconfitta al tie break a Milano) in attesa, tra tre giorni, del grande sabato sera in programma al palazzetto quando, per l’anticipo della nona, verrà proprio la Lube per il big match prima contro seconda della Superlega.

Ci arriva con il vento in poppa Perugia! Ci arriva forte di una gara davvero eccellente contro Vibo, giocata con ritmo, intensità e qualità nei fondamentali di altissimo livello, giocata con concentrazione e determinazione feroce, giocata con un servizio devastante (7 ace), con un muro granitico (8 punti), con un attacco a pieni giri (65% di squadra con soli tre errori).

Partita sempre in mano ai bianconeri e possibilità per Bernardi di ruotare tutta la rosa a propria disposizione con risposte importanti anche dalle cosiddette “seconde linee” (molto bene il finlandese Siirila, 5 punti con l’80% in primo tempo).

Se Atanasijevic (16 punti, 58% sotto rete) è il best scorer di giornata, Ivan Zaytsev è l’Mvp in virtù di una prova efficace a tutto campo (12 punti, 50% in ricezione, 62% in attacco, 2 muri e 2 ace di cui uno a 124 Km/h), ma degna di nota anche la prova di Ricci (7 punti tutti in attacco su 7 tentativi) spedito in campo da Bernardi fin dal primo pallone per Anzani.

E in fin dei conti è proprio questa la nota più positiva della serata, tre punti a parte. Quella cioè di vedere una squadra tonica, compatta, in forma in tutti i suoi elementi e mentalmente focalizzata in pieno sugli obiettivi da raggiungere. Per la gioia della società e dei Sirmaniaci!

Adesso si pensa alla Lube, al big match dal grande valore in chiave classifica, alla festa del grande volley in programma tra tre giorni al PalaEvangelisti. E Perugia c’è!

Ricci per Anzani, questa la scelta di Lorenzo Bernardi. Il muro di Russell e l’ace di Atanasijevic sono i primi sussulti del match (4-2). Altro break per i Block Devils propiziato da una grande difesa di Colaci (7-3). Distanze invariato dopo il muro di Podrascanin (10-6). Sempre +4 Perugia con il colpo vincente di Atanasijevic (13-9). Altro muro del Potke (15-10), poi Zaytsev (due volte) ed Atanasijevic (18-11). Grande azione dei bianconeri chiusa ancora dallo Zar, poi primo tempo del neo entrato Siirila (21-12). Spazio anche per Berger e Shaw. Vibo si avvicina minacciosa, complice anche un video check decisamente dubbio assegnato ai calabresi (23-19). Berger va a segno da posto quattro e porta i bianconeri al set point (24-19). Chiude Ricci (25-20).

Buon abbrivio degli ospiti nel secondo set con Patch che firma l’1-3. Ricci ed il muro di Zaytsev capovolgono (5-4). +2 Perugia con l’ennesimo muro di Podrascanin (9-7). L’ace di Patch pareggia i conti (11-11). I Block Devils riprendono ritmo e, con l’attacco di Atanasijevic il muro di De Cecco il primo tempo di Ricci e l’ace di Russell, si riportano a +6 (18-12). In campo Shaw, Berger, Andric, Siirila e Cesarini. Il doppio ace di Zaytsev (il secondo a 124 Km/h) porta Perugia al set point (24-16). Set che si chiude al terzo tentativo con l’errore al servizio di Presta (25-18).

Prova a scuotersi Vibo nel terzo set con il tecnico Fronckoviak che inserisce Domagala e Presta, mentre nella metà campo bianconera c’è in pianta stabile Siirila. L’ace di Coscione dà il doppio vantaggio a Vibo (6-8). L’ace proprio di Siirila pareggia a quota 9, poi l’errore di Domagala manda avanti Perugia (10-9). Gli ospiti rimettono il naso avanti con il punto proprio di Domagala (10-11). Perugia riprende il comando con gli attacchi di Zaytsev ed Atanasijevic (14-12). Ancora Atanasijevic (16-13). In campo Della Lunga per il servizio ed arriva, come spesso accade, l’ace. Poi è Zaytsev a far esplodere il PalaEvangelisti con un grande contrattacco (18-13). Dentro Berger e Cesarini. De Cecco mette l’ace di classe (20-14) poi lascia il campo per Shaw. Stessa “sotte” per Atanasijevic che sigla il 21-15 e poi esce per Andric. Il primo tempo di Ricci avvicina i Block Devils al traguardo (23-18). L’ace di Domagala accorcia (23-20). Il servizio out di Domagala porta i padroni di casa al match point (24-20). Andric fa scorrere i titoli di coda (25-21).

Massimo Colaci (Sir Safety Conad Perugia): “Queste sono gare da vincere da tre punti se vogliamo arrivare primi. Lo abbiamo fatto gestendo bene la partita ed anche le forze. Direi quindi che meglio di così non poteva andare”.

Manuel Coscione (Tonno Callipo Calabria Vibo Valentia): “Perugia come potenza di servizio e di attacco è di livello altissimo. È la loro forza e stasera lo hanno dimostrato. Noi per molti tratti siamo riusciti a tenere il cambiopalla, solo che poi il turno in battuta di qualcuno dei loro battitori ha spaccato la partita e per noi è diventato difficile. Si meritano di essere in vetta e gli faccio i complimenti”.

 

IL TABELLINO

 

SIR SAFETY CONAD PERUGIA – TONNO CALLIPO CALABRIA VIBO VALENTIA 3-0

Parziali: 25-20, 25-18, 25-21

SIR SAFETY CONAD PERUGIA: De Cecco 3, Atanasijevic 16, Podrascanin 5, Ricci 7, Zaytsev 12, Russell 6, Colaci (libero), Siirila 5, Berger 1, Shaw, Della Lunga 1, Andric 2, Cesarini (libero). N.e.: Anzani. All. Bernardi, vice all Fontana.

TONNO CALLIPO CALABRIA VIBO VALENTIA: Coscione 2, Patch 7, Verhees 4, Costa 8, Massari 5, Lecat 3, Marra (libero), Izzo, Domagala 7, Corrado 1, Presta 3. N.e.: Torchia. All. Fronckoviak, vice all. Valentini.

Arbitri: Marco Zavater - Bruno Frapiccini

LE CIFRE – PERUGIA: 13 b.s., 7 ace, 59% ric. pos., 41% ric. prf., 65% att., 8 muri. VIBO VALENTIA: 12 b.s., 6 ace, 50% ric. pos., 18% ric. prf., 43% att., 4 muri.