Bilancio positivo per l'Italia agli europei di sporting di tiro a volo

11.06.2018 18:34 di Redazione Perugia24.net  articolo letto 145 volte
Bilancio positivo per l'Italia agli europei di sporting di tiro a volo

E’ stata una Italia brillante quella che ha partecipato alle gare del 51° Campionato Europeo di Sporting che è stato ospitato sulle pedane umbre del Tav Piacarddato di Collazzone (PG). I nostri portabandiera, guidati del Commissario Tecnico Veniero Spada, hanno saputo farsi valere tra i 577 iscritti provenienti da 28 nazioni ed hanno collezionato un risultato importante costituito da 10 medaglie: 1 oro, 5 argenti e 4 bronzi.

La gara, svoltasi nel migliore dei modi sotto ogni aspetto grazie alla grande esperienza organizzativa e al lavoro del Comitato Organizzatore guidato da Marsilio Palerrmi, ha impegnato i tiratori in quattro giorni davvero impegnativi.

Alla fine il titolo Open è andato in Francia con Charls Bardou, unico tiratori tra quelli in gara ad aver toccato quota 191/00. Dietro di lui il connazionale Bastien Havart, argento con 190, ed il nostro Giuseppe Calò di Ponte a Cappiano (PI), medaglia di bronzo con 189.

Addirittura due sono state le medaglie che i nostri giovani hanno saputo conquistare nella classifica Junior. A salire sul podio alle spalle del britannico Joghua Bridges, oro con 185/200, sono saliti Cristian Camporese di Padova e Michael Nesti di Pistoia, rispettivamente d’argento con 178 e di bronzo con 177.

Nessun risultato da podio, invece, per le azzurre. Nella gara vinta dalla russa Inna Alexandrova, la migliore delle nostre è stata Carla Flammini di Bellante (TE)14 ª con 149/200.

Di bronzo la prestazione dello stesso CT Spada, salito sul terzo gradino del podio dei Senrio con lo score di 185/200 alle spalle dei britannici Desmond Sturgess e Mark Mashall, rispettivamente, oro con 188 ed argento con 187.

Piazzamento al quinto posto per Giancarlo Ciofini di Castel del Piano (PG) tra i Veterani. Tra gli azzurri in gara è stato lui con il suo 162/200 ad avvicinarsi di più al podio dominato dal francese  Alain Marcheron con 182.

Infine, altro doppio risultato è quello concretizzato nella classifica dei Master da Ottorino Rovetta di Bedizzole (BS) e da Otello Bonaiuti di Pontassieve (FI) tra i Super Master. Il bresciano ha conquistato la medaglia d’argento solo dopo aver battuto il fiorentino in un entusiasmante spareggio, poi conclusosi con il punteggio di 18 a 15 a favore del primo.

Bottino ricco anche nelle classifiche a squadre. Tra gli Uomini i nostri si sono meritati il Titolo di Campioni d’Europea con la squadra formata da Calò e da Enrico De Tomasi di Villafranca Padovana (PD), Samuele Sacripanti di Amelia (TR) e Michael Spada di Fabro (TR). Con il totale di 742/800 hanno messo in riga gli avversari francesi, secondi con 728, ed inglesi, terzi con lo stesso punteggio ma peggior ultima serie.

D’Argento il terzetto degli Junior formato da Camporese, Nesti e Alessandro Tonini di Fucecchio (FI) e Francesco Spini di Castelfiorentino (FI) che con il loro complessivo 516/600 si sono dovuti arrendere ai soli avversari inglesi, primi con 522. Terza la Francia con 494.

Doppio argento, infine, per la squadra dei Senior formata da Mauro Bosi di Forlì, Gianfranco Cannoni di San Giovanni Valdrano (AR) e Gabriele Soldani di Rigutino (AR) con il totale di 595, e per quella dei Veterani composta da Ciofini insieme a Enzo Gibellini di Borgosesia (VC) e Ferruccio Morelli di Livorno, sulla piazza d’onore con lo score di 469.

“Sono molto soddisfatto della mia squadra. Abbiamo migliorato di ben tre medaglie il già buon risultato dello scorso anno a Dorset (GBR) – ha commentato il CT Spada – Peccato per il comparto femminile, ma sono sicuro che le mie tiratrici abbiano dato il massimo per fare bene e avranno la possibilità di recuperare. Ora guardiamo al Mondiale di  metà luglio in Francia e ci prepareremo per ben figurare”.